Hiv, Aids, MTS

Eh sì, vivere è morire, non c’è da farsi illusioni, une destruction organique

(T. Mann, La montagna incantata, 1924)

Viviamo nell’era dell’Hiv, che ha segnato un prima e un dopo per le generazioni della liberazione sessuale. Le cicatrici del periodo epidemico dolgono ancora e i postumi hanno deformato l’immaginario e le relazioni più di quanto si pensi, specie nel contesto omosessuale.

Nella sezione si spazia dai testi di opuscoli divulgativi alle pillole di saggezza sulla prevenzione impossibile, dai testi di interventi nei convegni ai saggi di approfondimento di un grillo parlante per lo più inascoltato, buona parte del tentativo di rielaborare le implicazioni di una malattia epocale e delle sue ancelle veneree. Una consapevolezza amara fondata sul dolore.

Que sont devenues les fleurs? Magari avesse ragione Salvador Dalì: “Una nuova salute mi sbocciò nella testa come una rosa” (The Secret Life,1942)

Mattia Morretta